Stemma Boncompagni Ludovisi

Storia - Proprietari del castello nel tempo - BIBLIOGRAFIA

I BOURBON DEL MONTE, MARCHESI DEL MONTE SANTA MARIA (1687 - 1910)

Nell'anno 1687 la Camera Apostolica che era già proprietaria di una metà della tenuta in seguito alla confisca del 1592 acquistò un'altra parte della tenuta con atto notarile "Palietus" del 14 marzo, confermato il giorno seguente da un rescritto del Papa Innocenzo XI.

A questo punto entrano in scena i marchesi Bourbon del Monte i quali in parte acquistano ed in parte ottengono in feudo l'intero territorio ormai riunificato, con il solo obbligo di pagare alla Camera Apostolica una quota annua di 40 scudi romani, oltre la tassa camerale di 36 scudi e 90 baiocchi.

Varie sono le tesi sull'origine antichissima della famiglia. Ne parlano, fra gli altri, il Sansovino, Gamberti, Ciacconio, Soldani, Gamurrini. Per tradizione (ma nessun documento lo conferma ufficialmente) pare venisse in Italia con Carlo Magno avendo come progenitore Arimberto (o Atalberto) de Bourbon: È comunque certo che possedeva castelli ed immensi territori, furono Duchi di Spoleto e Marchesi di Toscana prima di Bonifacio, padre di Matilde di Canossa.

In origine era chiamata famiglia dei "Marchesi", poi presero nome dai castelli posseduti: "del Monte" (dal Monte S.Maria), di Colle, e dai diversi rami; di Valiana, di Civitella, di Petriolo, di Sorbello ecc. come cita il Villani.

[ I Bourbon del Monte 01 | 02| 03| 04| 05| 06| 07| 08 ]