Stemma Boncompagni Ludovisi

Storia - Proprietari del castello nel tempo - BIBLIOGRAFIA

Vi furono, naturalmente variazioni di cognome dovuti all'uso della denominazione patronimica, al soprannome identificativo, al luogo di origine geografico, ai mestieri effettuati, alle fazioni politiche sostenute, alla figura dello stemma innalzato.
Ci fu necessitÓ di distinguere vari ceppi, i diversi rami di una stessa discendenza..nacquero le famiglie., sorsero i cognomi secondo la terminologia moderna. e. tutto il precedente rest˛ nei ricordi. L'antica e potente famiglia dei Boncompagni, che ha lasciato in varie regioni d'Italia segni di passaggio, Ŕ fra queste e non Ŕ esente da leggende o tradizioni circa le sue origini. Lasciando da parte le diverse opinioni scritte da numerosi storici, riferiamo qui solamente la pi¨ comune, che Ŕ anche quella quasi universalmente accettata.

Secondo tale tradizione si ritiene che la famiglia Boncompagni (Buoncompagni, in antico) debba discendere da quella degli antichi Dragoni che fioriva nobile e potente nell'Umbria, e precisamente ad Assisi, al tempo di Ottone I Imperatore dei Romani (980) ed alla fine del sec. XI.

Tra i molti documenti sull'origine dei Dragoni, andrÓ nominato un manoscritto conservato a Spoleto nell'archivio del conte Carlo Bandini che li faceva derivare da Liutolfo della stirpe dei Duchi di Sassonia il quale come segno di intimitÓ veniva chiamato "consanguineo" dallo stesso imperatore.
Questa Ŕ in breve, la tradizione leggendaria che molti genealogisti portano sull' origine della famiglia citando, di tanto in tanto documenti che ne avvaloravano l'asserto.

[ I Boncompagni Ludovisi 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 ]   [ 11-20 ]